• Phone: 027533125
  • Email: info@seoclick.it

Cosa succede se si smette di fare seo?

Se smetti di pubblicare correttamente i contenuti

Quando si interrompe la pubblicazione di contenuti, si verificano le seguenti cose:

Smetti di scegliere come target nuovi termini in modo coerente. Ciò si traduce in un minor numero di nuove classifiche di parole chiave e nuovo traffico.
Smetti di creare nuove pagine alle quali puoi collegare e il numero di link che guadagni diminuisce.
Smetti di catturare nuovi visitatori da aggiungere al tuo pubblico per il remarketing, all’elenco email e all’elenco notifiche push.
Smetti di generare contenuto che può essere utilizzato per creare pagine hub, che sono pagine master che rimandano a tutte le altre pagine sull’argomento. Questi spesso si posizionano molto bene.
Smetti di generare contenuti che vengono condivisi sui social media e quindi generano condivisioni e traffico sui social media.
Smetti di incoraggiare le persone a tornare al tuo sito Web per nuovi post. Ciò riduce le ricerche con marchio, che sono un indicatore di qualità per Google.
Nel complesso, se si interrompe la creazione di contenuti, si dice a Google che il proprio sito Web non è più attivo come era e quindi inizia il processo di morte per morte lenta.

Se non guardi per problemi tecnici

Chi non ha esperienza web spesso non capisce che dal punto di vista tecnico le cose spesso si rompono senza una vera ragione.

Non ho mai visto un sito web che non avesse almeno una manciata di problemi tecnici SEO.

Se non controlli gli aspetti tecnici del tuo sito, potrebbero sorgere problemi come i seguenti:

Blocchi il tuo sito Web con robots.txt.
Generi contenuti duplicati.
Spingi accidentalmente il tuo sito di sviluppo nell’indice.
Puoi leggere di più sui problemi tecnici comuni qui.

Quando non monitorate queste cose e le sistemate in modo coerente, iniziano a sommarsi. Pensalo come un giardino: richiede manutenzione o inizia a crescere troppo.

È incredibilmente importante rimanere tecnicamente corretti, specialmente con nuovi sviluppi come l’usabilità mobile, la velocità della pagina, l’AMP e altro ancora.

Se non lo fai, sei sicuro di avere un errore ad un certo punto che ti costerà. Allo stesso modo, il tuo stack tecnologico diventerà così obsoleto da non poter più competere sul mercato.

Se smetti di aggiornare le pagine

Quando aggiorni una pagina correttamente, il traffico aumenterà generalmente a quella pagina dal 10% al 30%, a volte di più.

Il motivo è che Google vede il nuovo testo e il valore che fornisce e vuole classificarlo più in alto.

Ora, ci sono molti modi per fare aggiornamenti. Alcuni di questi includono:

Aggiunta di domande frequenti alla pagina
Aggiunta di collegamenti ad altri articoli
Aggiornamento dei fatti
Date di aggiornamento
Rendere il testo più lungo
Aggiunta di schema
Modifica di un modello di pagina
Eccetera.
Ultimamente, la cosa più importante da cercare quando si aggiorna una pagina è se corrisponde o meno all’intento di ricerca e se la pagina in questione è migliore della pagina di classifica n. 1.

Il mio processo include la ricerca, la categorizzazione della query in base all’intento, l’analisi delle pagine principali, la creazione di una nuova strategia per la pagina che stiamo cercando di classificare e, di conseguenza, l’aggiornamento.

Se smetti di costruire nuove pagine

Costruire nuove pagine è più difficile per alcuni settori rispetto ad altri.

Ad esempio, quando ho lavorato con alcune aziende nello spazio contabile delle risorse esterne, i termini della canalizzazione inferiore erano minimi. Se lo confronti con un grande sito di e-commerce come Amazon, i suoi termini sono infiniti.

Anche se questo è il caso, credo che i siti Web debbano sempre prendere di mira nuovi termini e organizzarli per segmento. Tali segmenti dovrebbero essere prioritari in base agli obiettivi aziendali e tracciati in una dashboard.

Ma se smetti di creare nuove pagine, perderai lo slancio di crescita delle parole chiave.

Consiglio vivamente di creare queste pagine per SEO, ma in più, queste nuove pagine possono essere eccellenti landing page per la ricerca a pagamento e media a pagamento, in generale.

Man mano che un sito Web cresce, è un’ottima idea creare più landing page che abbiano come target parole chiave e segmenti di pubblico specifici. Ciò migliorerà il punteggio di qualità sul lato della pagina e i tassi di conversione in tutto.

Se interrompi questo processo, perderai il tuo vantaggio competitivo. Le persone che vinceranno nel futuro del web saranno quelle che convertiranno il traffico a un prezzo inferiore.

Se smetti di fare attenzione ai link errati

Se smetti di fare SEO, il tuo profilo backlink può sfuggire al controllo.

Ultimamente, i collegamenti spam sono peggio che mai.

Quando guardi i tuoi backlink, vedrai accadere quanto segue:

Le persone scarabocchiano i contenuti del tuo sito Web e mantengono i collegamenti per errore.
Ricevi avvisi di Google da siti compromessi da malware.
I concorrenti cercano di fare SEO negativo sul tuo sito.
Se non aggiorni il tuo file disavow una volta al mese, stai mettendo a rischio le classifiche del tuo sito web. Ultimamente, lo abbiamo fatto settimanalmente per i clienti in spazi competitivi.

In conclusione: perché non dovresti smettere di fare SEO

Ovviamente, non smetterai di fare SEO. Sappiamo tutti che è una risorsa straordinaria per migliorare il ranking della ricerca e aiutare la tua attività a crescere. Il lavoro che fai per creare e aggiornare i contenuti insieme ai problemi tecnici che possono essere facilmente risolti se si trovano sul tuo radar, tutti migliorano i tuoi profitti. Ma devi anche assicurarti di essere conforme alle normative sulla privacy se desideri rimanere in cima.

#