• Phone: 027533125
  • Email: info@seoclick.it

Favicon, cosa sono e perché sono importanti

Un elemento importante che completa la presentazione del brand sul web, ecco cosa sono le favicon. Queste sono piccole icone che accompagnano il sito web in diverse situazioni.

Questo elemento grafico molto piccolo di solito viene lasciato come ultima attività da svolgere, non è un’attività decisiva per questo prima di pensare alla realizzazione della favicon è importante concentrarsi sull’ottimizzazione del sito web.

La favicon è un piccolo file, con un formato specifico, che viene mostrato sul browser e nelle pagine di Google. Rappresenta il tuo brand in diverse occasioni.

Cos’è la favicon: la definizione

La favicon è un file grafico che viene utilizzato dal sito web per farsi riconoscere in diverse situazioni.

Il termine favicon nasce dalla fusione di “favorites” e “icon“, letteralmente tradotta in “icona dei favoriti“. Questo perché veniva utilizzato da Internet Explorer per riconoscere i siti web nella barra dei preferiti.

L’evoluzione della favicon da semplice bookmark a elemento identificativo del sito è avvenuta grazie all’adozione da parte degli altri browser della stessa fino a che non divenne uno standard per tutti i siti. Questo viene oggi utilizzato nella ricerca organica, infatti la favicon viene mostrata nelle ricerche mobili, vicino allo snippet del sito.

Dove appare quest’icona grafica

Quest’icona appare nella tab del browser, cioè la parte in alto della scheda, immettendo l’url nei preferiti si avrà lo stesso risultato, questo permette di capire subito l’identità del sito salvato.

La favicon appare nella serp mobile di Google, diventando un elemento interessante in termini di aumento del CTR, proprio come per la meta description.

Questa icona viene mostrata anche su Google Discover, la sezione sullo smartphone che consente di estrapolare le notizie più interessanti per un determinato utente.

A cosa serve la favicon del sito

La sua funzione principale permettere di riconoscere immediatamente il sito web. Che sia sula barra dei preferiti, nella serp o durante la navigazione non fa differenza

In un attimo io posso capire che quel link appartiene a un progetto che conosco bene. Per questo la favicon non deve essere sottovalutata: può essere uno strumento anche minore, ma comunque interessante per il tuo lavoro di brand building.

Dimensioni ed estensione del file

Prima di creare un’icona per rendere riconoscibile il progetto web devi ricordare che ci sono degli standard da rispettare. La favicon è una grafica con dimensioni precise. In particolar modo devi creare un file quadrato con dimensione 16×16 px.

Questa è la dimensione standard della favicon. Secondo lo standard Microsoft può essere anche 24×24, 32×32, 64×64 pixel in base alla situazione in cui si trova.

  • Barra indirizzi: 16×16.
  • Nuova tab: 32×32.
  • Barra del browser: 24×24.

Che tipo di file bisogna usare? Per fare in modo che sia visibile su tutti i browser, anche su Explorer, bisogna usare l’estensione ICO pensato per le piccole immagini.

Ma puoi applicare senza tanti problemi PNG e JPG. Però ricorda che tra le caratteristiche del file ICO è il multiformato: c’è anche la possibilità di far scegliere al software qual è la risoluzione migliore per una determinata situazione.

Come creare una favicon efficace

Per ottenere un file da inserire sul tuo sito web puoi seguire strade differenti. Prima devi scegliere il soggetto: cosa inserire come favicon? Si suggerisce di creare un logo e usare quello, altrimenti si può puntare su foto personale o lettera iniziale.

#